Iran: memorie dalla Persia

Viaggio in Iran con accompagnatore/guida

Partenza con voli di linea da Milano o Roma (9 giorni /8 notti – pernottamento e prima colazione)

(minimo 4 partecipanti)

PROGRAMMA

 1° Giorno – domenica 12 maggio – Partenza dall’Italia per Tehran

Ritrovo dei Signori Partecipanti ai banchi di accettazione della compagnia aerea Turkish Airlines, presso l’aeroporto di Milano Malpensa o Roma Fiumicino (altri vettori e altri aeroporti su richiesta).
Disbrigo delle formalità di check-in e spedizione del bagaglio direttamente fino a Tehran.
Partenza con volo di linea e arrivo in nottata a Tehran, via Istanbul.
Disbrigo individuale delle pratiche doganali ed incontro con la nostra organizzazione fuori dagli arrivi internazionali.
Trasferimento in Hotel (circa 60 km) e sistemazione nella camera assegnata.
Pernottamento.

 2° Giorno – lunedì 13 maggio – Tehran

Prima colazione in Hotel.
Tehran, con i suoi 14 milioni di abitanti è una metropoli caotica e trafficatissima, che negli anni ha conosciuto uno sviluppo demografico e urbanistico incontenibile.
Rappresenta il cuore pulsante dell’Iran, il motore di tutti i cambiamenti socio-politici e la città più all’avanguardia del Paese in quanto a libertà dei costumi e delle abitudini di vita, soprattutto dei giovani.
Incontro con la guida parlante italiano e giornata dedicata alla visita delle principali attrazioni di Tehran: il Museo Nazionale Iraniano, in grado di offrire un’interessante e affascinante introduzione della ricca storia del Paese ed il Palazzo del Golestan, la residenza storica della dinastia reale Qajar, situata a Teheran. Si tratta del più antico monumento della città, parte di un complesso di edifici un tempo racchiusi dalle mura della storica cittadella.
Conclusione della giornata con la visita al Museo Nazionale dei Gioielli, situato nel caveau della Banca Centrale iraniana e impressionante collezione di tesori, gemme, pietre preziose.
Pensione completa e pernottamento a Tehran.

 3° Giorno – martedì 14 maggio – Tehran – Kashan – Isfahan

Prima colazione in Hotel.
Partenza via strada per Isfahan (circa 400 km).
Lungo il percorso sosta presso la cittadina di Kashan, dalla tipica architettura del deserto.
Visita ad una serie di meravigliose ex-residenze private, tra cui la splendida Tabatabaei House, costruita per la figlia di un ricco commerciante locale a metà del XIX° secolo ed il Giardino di Fin, uno storico giardino persiano. Il giardino fu completato nel 1590 con vasche e fontane ed è il più antico giardino oggi esistente in Iran.
Tempo permettendo sosta anche ad Abyaneh, piccolo villaggio di montagna che si caratterizza per il colore ocra delle sue case. La località è nota anche per i colorati costumi tradizionali indossati dai suoi abitanti, le cui origini sono molto antiche.
Arrivo infine ad Isfahan, pensione completa e pernottamento in Hotel.

 4° Giorno – mercoledì 15 maggio – Isfahan

Prima colazione in Hotel.
Isfahan è una delle città più affascinanti di tutto il mondo islamico, grazie ai suoi raffinati mosaici di piastrelle azzurre, ai suoi bellissimi giardini e ai suoi edifici in stile tradizionale iranico.
Lo scrittore inglese Robert Byron menzionò Isfahan tra “quei rari luoghi, come Atene o Roma, in cui l’umanità trova comune sollievo”.
Intera giornata dedicata alla visita della città che ospita centinaia di moschee, mausolei, bagni pubblici e caravanserragli, a testimonianza del suo passato grandioso.
Durante l’escursione si avrà modo di visitare la magnifica piazza d’Imam (Naqsh-e jahān), le moschee dello Sceicco Lotf Allah e dell’Imam, Chehel Sotoun e il Palazzo Ali Qapu, antico palazzo degli Scià di Persia che sorge imponente nella grandiosa piazza.
Nel pomeriggio tempo a disposizione per visite e shopping presso l’articolato Bazaar di Isfahan, che riunisce le botteghe di artisti manifatturieri e di artigiani senza eguali in Iran e nel mondo: qui si possono ammirare ed acquistare i famosi tappeti iraniani, i mosaici, le miniature per cui Isfahan è famosa in tutto il mondo. In ogni corridoio del mercato, come avveniva nelle città medievali anche in Occidente, vi sono i venditori di una specifica merce. C’è il corridoio dei venditori di stoffa, dei venditori di spezie, dei calzolai, degli orefici…
Pensione completa e pernottamento in Hotel.

 5° Giorno – giovedì 16 maggio – Isfahan

Prima colazione in Hotel.
Trovandosi vicino alle montagne Zagros, nella pianura del fiume Zayandeh, Isfahan gode generalmente di un clima piacevole, specialmente in autunno e primavera.
Seconda giornata interamente dedicata alla visita della città: si comincia con la Moschea Jameh chiamata anche Moschea dal Venerdì, testimonianza vivente dell’evoluzione dell’architettura iraniana nel periodo islamico. Il tour prosegue nel quartiere armeno con la visita della splendida Chiesa di Vank e dell’annesso museo.
Nel pomeriggio visita al Museo della Musica di Isfahan con la sua interessante collezione di strumenti musicali iraniani suddivisi per aree geografiche.
Sosta infine al fiume per la visita dei famosi ponti della città di Isfahan, immersi in un’atmosfera magica: il ponte Khaju dalla magnifica architettura e l’iconico ponte Si-o-seh Pol.
Pensione completa e pernottamento in Hotel.

 6° Giorno – venerdì 17 maggio – Isfahan – Yazd

Prima colazione in Hotel.
Al mattino partenza per Yazd che si trova a circa 280 chilometri a sud-est di Isfahan.
Si tratta di una delle più antiche città popolate del mondo, caratterizzata dalle sue case color ocra: situata a 1300 metri di altitudine, ai margini dei deserti di Dasht-e Kavir e Dasht-e Lut, Yazd fu nei secoli un’importante tappa lungo una delle diramazioni della Via della Seta verso il Golfo persico, meta di carovane di mercanti di spezie, sete, tessuti e tappeti. Oggi è il più importante centro dell’antico culto del fuoco, la religione di Zoroastro, di cui sopravvivono ancore diverse comunità. Qui Pasolini girò nel 1974 il film “Il fiore delle Mille e una notte”.
All’arrivo, inizio del tour della città che include la visita al Tempio del Fuoco zoroastriano e alla Torre del Silenzio, struttura tipica dello Zoroastrismo, una religione sviluppatasi durante l’impero persiano nel VII-VI secolo a.C. ad opera di un sacerdote di nome Zoroastro. Si tratta di un’impalcatura di legno e argilla, utilizzata per l’eliminazione dei cadaveri, che venivano esposti agli elementi atmosferici e divorati dagli uccelli rapaci.
Infine, passeggiata nella suggestiva ed iconica piazza Amir Chakhmagh.
Pensione completa e pernottamento in Hotel.

 7° Giorno – sabato 18 maggio – Yazd – Pasargadae – Persepolis – Necropolis – Shiraz

Prima colazione in Hotel.
Al mattino, partenza alla volta di Shiraz la capitale dell’Iran durante la dinastia Zand.
Durante il tragitto sosta a Pasargadae, città dell’antica Persia e dal 2004 parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Visita (dall’esterno) della Tomba di Ciro il Grande, fondatore della dinastia achemenide. Poi, tappa a Persepolis e visita del Palazzo Primavera, fatto costruire da Dario I nel 518 a.C. per celebrare le feste di inizio anno. L’enorme piattaforma è ricoperta di bassorilievi raffigurati tutte le popolazioni che facevano parte dell’Impero Persiano. Prima Dario e poi Serse fecero affluire in Persia i migliori artigiani dell’epoca per costruire un palazzo che doveva essere la summa dell’architettura e della scultura delle regioni Mesopotamiche.
Infine proseguimento con la visita di Naqsh-e Rostam, la necropoli composta dalle quattro tombe attribuite a Dario II, Artaserse I, Dario I e Serse I, tutte scavate nella roccia sul fianco di una montagna. Al termine, trasferimento a Shiraz e sistemazione in Hotel.
Pensione completa e pernottamento in Hotel.

 8° Giorno – domenica 19 maggio – Shiraz

Prima colazione in Hotel.
Conclusione del viaggio con la visita della città di Shiraz, considerata la culla della civiltà persiana: soste al complesso di Zandiyeh con la sua cittadella Karim Khani, tipico esempio di architettura del periodo rinascimentale, alle tombe dei grandi maestri della letteratura persiana Saadi e Hafez, alla famosa moschea Nasir ol-Mulk, conosciuta anche come Moschea Rosa e rinomata per le sue tecniche architettoniche e i suoi temi decorativi.
Visita poi al Museo Narenjestan, un padiglione riccamente decorato e circondato da giardini di arance (da cui deriva il nome) ed il monumento funebre Shah e Cheragh.
Conclusione della giornata con la visita al Vakil Bazaar per una passeggiata e un po’ di shopping.
Pensione completa con cena in Hotel e camere a disposizione fino alla partenza.

 9° Giorno – lunedì 20 maggio – Shiraz – Rientro in Italia

Partenza con volo di linea Turkish Airlines con arrivo in giornata a Milano Malpensa o Roma Fiumicino.

PARTENZA 5 AGOSTO 2017

QUOTE DI PARTECIPAZIONE A PARTIRE DA Euro 2.250

  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge Euro 230 per persona

  • partenze di gruppo garantite con min. 4 partecipanti con accompagnatore/guida

  • Assicurazione bagaglio-sanitaria-annullamento Euro 98

  • Visto turistico iraniano (da ottenere in loco)