ECUADOR E GALAPAGOS

Viaggio di gruppo con accompagnatore esperto dal 6 al 21 agosto 2021

(minimo 10 partecipanti)

PROGRAMMA

Questo è un itinerario per autentici viaggiatori che porterà a scoprire bellezze nascoste e
luoghi fuori dalle rotte del turismo più tradizionale e senza dubbio un viaggio emozionante
adatto a quanti amano la natura che qui si offre in un’ampia varietà di paesaggi: la foresta
pluviale, gli scenari andini e quell’Arca di Noé che è l’arcipelago delle Galápagos.

1° GIORNO
ITALIA – QUITO
Partenza con volo di linea per Quito via Madrid. Arrivo nel pomeriggio nella capitale dell’Ecuador,
che si estende a 2850 metri di altitudine nel cuore delle Ande. Trasferimento e sistemazione in
hotel.
Pernottamento.

2° GIORNO
QUITO
(Da Quito alla Mitad del Mundo: 45 minuti circa)
Quito, fondata dagli Spagnoli nel 1534 sulle rovine di antichi insediamenti Inca, è oggi la popolosa
capitale del Paese, sospesa fra passato e futuro, tra fastosi palazzi coloniali e quartieri moderni;
non a caso è chiamata anche “ciudad de las dos caras”, la città dei due volti. Situata a 2850 metri
d’altitudine in una verde valle dominata dai vulcani Pichincha, Cotopaxi, Cayambe e Antizana,
appare come un dedalo di strade colme di gente e di venditori ambulanti, sulle quali si affacciano
pregevoli gioielli barocchi, splendidi palazzi, chiese, monasteri. Il suo centro storico coloniale è il
meglio conservato di tutta l’America Latina e, non a caso, Quito è stata la prima città a essere
dichiarata Patrimonio Culturale mondiale dall’UNESCO nel 1978. Il tour a piedi ci condurrà alla
scoperta di questa città sorprendente, ricca di colori, aromi e contrasti; percorriamo la suggestiva
Calle La Ronda, pavimentata in pietra e bordata da antiche case coloniali intonacate a calce,
entriamo nella spaziosa Plaza San Francisco e visitiamo la Chiesa della Compagnia di Gesù,
considerata una delle più importanti opere barocche del Sud America. Ci immergiamo
nell’atmosfera della città, mescolandoci con la gente del posto e godendo di un assaggio di
prelibatezze ecuadoriane durante il pranzo in un ristorante locale (non incluso). Proseguimento per
il monumento Mitad del Mundo, eretto nel punto in cui viene collocato l’Equatore. Dopo la visita del
locale Museo etnografico, rientro a Quito e cena.
Mezza pensione.

3° GIORNO
QUITO – MINDO – RISERVA DI ALAMBI – PAPALLACTA
Partenza per Mindo, arrivo e visita del Mariposario, un paradiso di biodiversità in cui ammirare 90
specie di farfalle di dimensioni e colori differenti, dove scopriremo uno dei processi più
sorprendenti che la natura regala: la mutazione del bruco in farfalla. Visita del paesino di Mindo
(pranzo in loco, non incluso) circondato dalla foresta pluviale, e partenza per Alambi, superando il

villaggio di Nanegalito. Nella Riserva di Alambi si osserveranno da vicino colibrì e tucani per
proseguire quindi alla volta Papallacta (4 ore circa), villaggio conosciuto per le sue benefiche
sorgenti termali dove potremo trascorrere un momento di relax. Sistemazione in lodge e cena.
Mezza pensione.

4° GIORNO
PAPALLACTA – PUYO – PAILON DEL DIABLO – BAÑOS
(Papallacta – Puyo: 4 ore e mezza circa)
Al mattino presto partenza per Puyo lungo una strada asfaltata che corre nell’ambiente della
lussureggiante foresta. A Puyo visitiamo il laboratorio artigianale “La Casa de la Balsa” e
proseguiamo verso la spettacolare cascata del "Pailon del Diablo" il cui nome significa “Calderone
del Diavolo”. Da un ponte in legno sospeso si gode di uno sguardo d’insieme sull'impressionante
salto d’acqua ed una scalinata incastonata nella montagna permette di raggiungere la vetta e
guardare dall’alto gli 80 metri verticali della cascata, una delle più belle al mondo. Proseguimento
via strada e in teleferica per osservare la cascata Manto de la Novia, che si getta da un’altezza di
40 metri nel río Pastaza. Da un altro punto panoramico avremo modo di osservare la cascata
Agoyan prima di dirigerci a Baños (pranzo non incluso). Sistemazione in lodge e cena.
Mezza pensione.

5° GIORNO
BAÑOS – CHIMBORAZO – RIOBAMBA
(Da Baños a Chimborazo: 3 ore e mezza circa incluse le soste; da Chimborazo a Riobamba:
1 ora circa)
Dopo la visita del bel santuario dedicato a “Nuestra Señora del Rosario de Agua Santa”, lasciamo
Baños alla volta del vulcano Chimborazo, tra panorami andini e vallate in cui pascolano le vigogne.
Alto 6310 metri, il Chimborazo, se misurato dal centro della Terra e non prendendo come
riferimento il livello del mare, supera tutti gli "ottomila" del pianeta. Giungeremo in bus a quota
4800 metri e i più allenati potranno salire a piedi sino al rifugio Whymper, a 5000 metri (un’ora e
mezza circa tra andata e ritorno). Al termine della visita partenza per Riobamba. Arrivo,
sistemazione in hotel e cena.
Mezza pensione.

6° GIORNO
RIOBAMBA – ALAUSÍ – LINEA FERROVIARIA DELLA NARIZ DEL DIABLO – INGAPIRCA –
CUENCA
Partenza per Alausí (circa 1 ora e mezza) dove saliamo sul celebre treno che percorre la
spettacolare linea ferroviaria nota come “Nariz del Diablo”, una delle più audaci al mondo, che sale
a zigzag le ripidissime pareti della montagna. Una volta giunti al capolinea di Sibambe facciamo
rientro ad Alausí lungo lo stesso percorso e proseguiamo quindi per la terra degli indios Cañaris.
La strada di montagna sale sino a 3230 metri e all’improvviso appare Ingapirca, importante centro
cerimoniale edificato dagli Inca, i cui resti sono dominati dalla gran mole del Tempio del Sole.
Breve visita del sito archeologico – il più esteso dell’Ecuador. Al termine partiamo per Cuenca, che
conserva deliziose testimonianze del suo passato coloniale. Arrivo, sistemazione in hotel e cena in
ristorante.
Mezza pensione.

7° GIORNO
CUENCA
Mattina dedicata alla visita della città (pranzo non incluso). Situata a circa 2500 metri di altitudine e
capoluogo della regione di Azuay, Cuenca era una città importante già all’epoca dell’impero inca;
oggi però ha un tipico aspetto coloniale e il suo centro storico, ben conservato, è stato inserito
nell’elenco di Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO. Il suo fitto tessuto urbano conserva numerosi
monumenti di pregio, come la Cattedrale Vecchia, costruita nel 1557, la candida chiesa di Santo
Domingo, la neogotica Cattedrale Nuova, le “ruinas de todos los santos” (di origine incaica), oltre a
un gran numero di palazzi dalle splendide facciate. La città è però oggi soprattutto celebre per la
produzione dei “panama”.
Pernottamento.

8° GIORNO
CUENCA – GUAYAQUIL
In mattinata partenza per Guayaquil con visita durante il percorso al Parco Nazionale del Cajas, a
circa 30 chilometri da Cuenca, che con le sue vallate, i laghi di origine glaciale e gli altipiani che
vanno dai 3000 ai quasi 4500 metri di altezza, offre un panorama di spettacolare bellezza. Arrivo
nel pomeriggio a Guayaquil, sistemazione in hotel e cena. Mezza pensione.

9° GIORNO
GUAYAQUIL – ISOLE GALAPAGOS: SANTA CRUZ
Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo per le Galápagos, L’arcipelago, dichiarato
Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è formato da una trentina di isole e isolotti (oltre a un gran
numero di scogli) disseminati a un migliaio di chilometri dalle coste dell’Ecuador, una specie di
arca di Noè galleggiante nell’Oceano Pacifico. Charles Darwin trovò queste isole “infinitamente
strane, dissimili da tutte le altre isole del mondo” e con una loro storia evolutiva veramente
straordinaria. Il giovane naturalista inglese rimase impressionato dalla geologia dell’arcipelago –
con gli innumerevoli crateri, le colate di lava solidificata, le bizzarre formazioni vulcaniche – ma
soprattutto dalla peculiarità di una flora e fauna che non ha riscontri in nessun’altra parte del
mondo. Una volta atterrati a Baltra, attraversiamo in barca il canale Itabaca per raggiungere l’isola
di Santa Cruz. Visita a Los Gemelos, due immensi crateri vulcanici che si raggiungono
attraversando una bella foresta di Scalesia, quindi ad una riserva privata dove vivono le tartarughe
giganti e ad un tunnel di lava sotterraneo. Pranzo incluso in ristorante. Nel pomeriggio visita alla
Stazione di Ricerca Charles Darwin dove potremo scoprire la storia delle Galápagos. Sistemazione
in hotel.
Mezza pensione.

10° GIORNO
ISOLE GALAPAGOS: SANTA CRUZ
Visita alla spiaggia corallina di Tortuga Bay, raggiungibile a piedi (2,8 km: un’ora circa) lungo un
sentiero che attraversa un bosco di cactus Opuntia: di finissima sabbia bianca, è la spiaggia più
estesa dell’isola, sito di nidificazione delle tartarughe marine. Qui trascorreremo una mattinata di
relax osservando iguane marine, pellicani, piccoli pesci martello e squali pinna bianca, con

possibilità di un bagno nella laguna. Pranzo incluso in ristorante. Rientro in hotel (chi lo desideri,
può tornare da Tortuga Bay in motoscafo, con supplemento) e, nel pomeriggio, escursione alla
spiaggia Garrapatero, paradiso tropicale con mangrovie, fenicotteri e iguane marine, e alla
spiaggia de los Alemanos con le sue acque cristalline.
Mezza pensione.

11° GIORNO
ISOLE GALAPAGOS: SANTA CRUZ – FLOREANA – SANTA CRUZ
Al mattino presto navigazione di un paio d’ore circa per l’isola di Floreana. L’escursione tra le
alture dell’isola permette di osservare tartarughe terrestri, caverne e labirinti dove vissero i primi
abitanti dell’isola, ed il Post Office, il primo ufficio postale del Pacifico, un barile che serviva da
cassetta per le lettere a marinai e balenieri di passaggio. Visita alla spiaggia nera, con tempo a
disposizione per il relax e l’osservazione di animali quali leoni marini, iguane e tartarughe marine.
Nel pomeriggio rientro a Santa Cruz.
Mezza pensione.

12° GIORNO
ISOLE GALAPAGOS: SANTA CRUZ– ISABELA
In mattinata partenza in motoscafo per Isabela, l’isola più giovane ed estesa dell’arcipelago.
Durante la navigazione (circa 2 ore e 30 minuti) è possibile con un po’ di fortuna osservare le
balene e, talvolta, le orche. Trasferimento e sistemazione in hotel e nel pomeriggio visita di Las
Tintoreras, un gruppo di isolotti popolati da pinguini delle Galápagos, iguane, sule piediazzurri e
leoni marini. Chi lo desidera potrà fare snorkeling in queste acque dove nuotano tartarughe marine
e mante. Sistemazione in hotel e cena. Mezza pensione.

13° GIORNO
ISOLE GALAPAGOS: ISABELA
In mattinata scopriremo uno dei luoghi più suggestivi delle Galápagos, Los Tuneles: una serie di
colate laviche ha creato qui centinaia di archi e tunnel, anche sottomarini. Sarà possibile fare
snorkeling in questo acquario cristallino, tra cavallucci marini, tartarughe di mare, mante.
L’escursione sull’isola prosegue con una camminata tra le mangrovie per giungere a El Estero,
una laguna di acqua dolce che deriva dal vulcano Sierra Negra. Rientro in hotel e cena.
Mezza pensione.

14° GIORNO
ISOLE GALAPAGOS: ISABELA – SANTA CRUZ – QUITO
Prima colazione. Al mattino presto trasferimento in motoscafo a Santa Cruz e da qui all’aeroporto
di Baltra in tempo utile per la partenza con il volo per Quitol. Arrivo, trasferimento e sistemazione in
hotel, cena.
Mezza pensione.

15° GIORNO

QUITO – ITALIA
Prima colazione e mattina a disposizione. Nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto e partenza
con il volo di rientro in Italia, via Madrid.

16° GIORNO
ITALIA
Arrivo in Italia nel tardo pomeriggio.

PARTENZA 6 AGOSTO 2021

Quote individuali base 10 partecipanti con assistenza di specialista naturalista:
Quota individuale di partecipazione € 7390
Eventuale supplemento camera singola € 1280

LA QUOTA COMPRENDE
● I passaggi aerei internazionali con voli di linea Iberia da/per Milano (classe di prenotazione
speciale gruppi)

● I voli da e per le Galapagos in classe economica, 20kg di franchigia
bagaglio

● Trasferimenti con vetture o minibus a seconda del numero di partecipanti

● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour

● I pasti dettagliati nel programma

● Visite ed escursioni come da programma in formula privata in Ecuador e condivisa con altri passeggeri in
Galapagos

● Ingressi durante le visite guidate

● Assistenza di guida/accompagnatore locale parlante italiano durante il tour continentale

● Assistenza di guide locali parlanti spagnolo/inglese durante il soggiorno alle Galapagos

● Assistenza di personale locale qualificato

● Assistenza di specialista naturalista dalI’talia per i gruppi a partire da 10 partecipanti

● Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche,
Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

LA QUOTA NON COMPRENDE
●  Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 470 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente
in loco

● La tassa di ingresso al Parco Galapagos (USD 100 da pagare in loco)

● Eventuale
introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote

● Bevande, mance e quant’altro non espressamente
indicato.

NOTA BENE
● L’ordine cronologico delle visite ed escursioni indicate per ciascuna località può essere soggetto
a variazioni per motivi di operatività, senza che ciò comporti pregiudizio alla validità dei programmi
di viaggio
● Le chiese non possono essere visitate la domenica
● Il museo archeologico di Quito è chiuso il lunedì

I VOSTRI ALBERGHI
Quito: Hotel Patio Andaluz 4*
Papallacta: Termas de Papallacta Lodge
Baños: Luna Volcan 4*
Riobamba: Hosteria La Andaluza 4*
Cuenca: Hotel El Dorado 4*
Guayaquil: Oro Verde 5*
Isola di Santa Cruz (Galápagos): Hotel Ikala 4*
Isola di Isabela (Galapagos): Hotel Isamar 4*

MEZZI DI TRASPORTO
Vetture o minibus a seconda del numero di partecipanti; motoscafi per i trasferimenti tra le isole
Galapagos; escursione in fuoristrada alla spiaggia di Garrapatero.

DA SAPERE
Alcune tappe si snodano in altitudine, sino ai 4800 metri del punto panoramico sul Chimborazo.
Alle Galapaagos le diverse escursioni giornaliere permettono una conoscenza completa del
territorio e della ricchissima fauna, come lo snorkeling tra mante e tartarughe marine. Considerate
le caratteristiche morfologiche del Paese, che comprende tanto spiagge quanto rilievi in quota, e la
tipologia dei percorsi di tipo naturalistico, il viaggio richiede un certo spirito di adattamento e una
buona forma fisica – pur senza prevedere percorsi impegnativi o che richiedano spiccate capacità
sportive – per godere appieno di una realtà naturale estrema e affascinante. Si tratta di un viaggio
che prevede camminate su terreni naturali di vario tipo che richiedono un minimo di attenzione.

QUANDO PARTIRE…
Tutto l’anno, anche se il periodo più gradevole va da giugno a settembre, periodo durante il quale
vi sono maggiori possibilità di avvistare le balene. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi
dell’anno, fare riferimento alla pagina “Il Clima”.

 

    ITO Group